Gnatologia

gnatologia lomLa Gnatologia è una parte della moderna odontoiatria.

Questa sezione interessa la fisiologia, la patologia e le funzioni della mandibola (masticazione, deglutizione, fonatoria, posturale) e quindi, studia i rapporti tra i mascellari, i denti, le due articolazioni temporo-mandibolari, i muscoli che muovono i mascellari e il sistema nervoso che comanda quei muscoli, compresa la lingua.

Cosa Studia la gnatologia
Si occupa essenzialmente della cura delle patologie a carico delle articolazioni della bocca e di tutti gli organi ad esso connesse.

Nello specifico possiamo dire che studia:

  • le problematiche legate all apertura e chiusura della bocca,
  • dolori al viso ed al collo,
  • mal di testa da occlusione
  • bruxismo,
  • la chiusura scoordinata della mandibola,
  • vertigini o senso di instabilità,
  • mal di schiena alle gambe o alle spalle,
  • morso profondo o morso aperto,
  • acufeni,
  • dolori alla mascella,
  • problemi posturali,
  • blocco della mandibola,


In cosa consiste la visita Gnatologica

La visita prevede la diagnosi completa ed  approfondita da parte di un esperto, detto Gnatologo. In questa visita lo specialista raccoglie tutti i dati clinici del paziente in modo tale da individuare un quadro clinico preciso.

Da questa indagine si potrà definire se i sintomi avvertiti dal paziente sono dovuti ad un problema di chiusura della bocca (malocclusione) .

In questa fase viene esaminato il funzionamento tra mandibola e cranio, individuando eventualmente quali sono le cause.

In alcuni casi  la visita sarà supportata da alcuni esami specifici, quali la risonanza Magnetica o l’ortopanoramica.


Cosa è possibile individuare con la Gnatologia?

Essenzialmente la  Gnatologia si occupa di:

Bruxismo, ( digrignamento) , è il movimento dei muscoli della mandibola (in maniera eccessiva e di solito di notte).

La forma più diffusa di digrignamento è il serramento (o bruxismo centrico) quando in pratica rimangono per diverso tempo serrate le due arcate (superiore e inferiore).

Questo fenomeno  spesso è associato al bruxismo eccentrico, movimenti orizzontali della mandibola in contatto attivo con i denti; Blocco della Mandibola, ossia difficoltà del paziente ad aprire la bocca per un blocco del meccanismo condilo-discale che permette l’apertura della bocca; Acufeni, i cosiddetti fischi o ronzii alle orecchie possono derivare da fenomeni di bruxismo e serramento dei denti; Cefalea, un disturbo di cui soffre una percentuale elevata di individui. Le più frequenti sono emicranie e cefalee muscolo-tensive.

 

Per approfondimenti contatta la segreteria Lom Centro Servizi Odontoiatrici tel. 080 / 480 7008

oppure compila il form

ho letto la privacy policy e autorizzo il trattamento dei dati

privacy